L’inizio

Una passione, come tutte le passioni travolgenti, nasce quasi per caso.

Per me Il caso si è manifestato il 6 giugno 2002 con l’arrivo del mio primo Labrador, Krone:

krone

Il suo impatto nella vita è stato entusiasmante e mi ha spinto ad approfondire la conoscenza della razza, a frequentare le esposizioni di bellezza, i corsi di lavoro e l’agility. Tutto ciò, unito ai buoni risultati ottenuti, mi ha ulteriormente motivato a voler capire meglio le caratteristiche della razza.

krone05

Ma l’entusiasmo da solo non basta, frequentando le esposizioni, le gare di caccia, i corsi di addestramento ho avuto la fortuna  essere a contatto con i migliori allevatori italiani, e di conoscere delle persone splendide che mi hanno dato tanti consigli e spiegazioni, contribuendo ad alimentare la mia passione e a formare la mia idea di Labrador.

Il passo successivo

Se non lo sapete, i Labrador sono come le cigliege, dopo il primo arriva anche il secondo 🙂

L’occasione è nata grazie al mio caro amico Massimo Leide (allevamento Shadyland) che mi ha proposto la prima scelta della cucciolata di Martin (FameFlair Watchout) e Michelle (Dukeland Diamant Noir). Per me i tempi erano maturi e l’occasione ghiotta 😉 e nell’estate del 2005,  è arrivata Molly  (Shadyland Final Fantasy), che si rivelerà essere la mia capo branco e prima fattrice.

Anuedis Labrador nasce da lei, a lei devo 4 meravigliose cucciolate che hanno formato la base del mio allevamento.

Dopo tanti anni mi rendo conto che da lei ho la fortuna di avere una linea ‘materna’ molto forte, in tutte le sue discendenti (ora siamo alla quarta generazione), ritrovo i tratti distintivi di Molly sebbene corretti dove fosse necessario.

Grazie Molly mia, troppo presto sei mancata e mi manchi come il primo giorno …..

263x300-molly_testa

Tornando alle ciliegie e ai Labrador, non c’è due senza tre!

Nella primavera del 2004, in occasione dell’ Esp. Internazionale di Reggio Emilia, conobbi Mary Wiest, giudice e soprattutto fondatrice dell’allevamento Beechcroft’s (USA). La chiacchierata con lei a fine gara fu molto stimolante e costruttiva. Dopo diverse email la sig. Wiest mi propose il seme di un suo bellissimo maschio nero: Study  (Am/Can CH Beechcroft’s Study in Black), ma, all’epoca, Molly era ancora troppo piccola per avere una cucciolata!! Ringraziai e restai con la voglia di avere un Beechcroft.

Nell’inverno del 2006 il “caso” impattò di nuovo la mia vita. Silvio Bertero (dell’allevamento Curtis Canava) aveva utillizato proprio il seme di Study e, sapendo quanto mi piacesse quel cane, mi propose la prima scelta della cucciolata con la sua campionessa Becky – IT CH Foxrush Doubleback.

Ed è così che nel febbraio 2007 è arrivata Emma (Doubleback in Black di Curtis Canava), la mia seconda femmina.

Nel giugno 2009 Emma e’ diventata anche la mia prima campionessa italiana di bellezza! e poi Campionessa Europea, Internazionale, Internazionale di Esposizione, Croata e Slovena. Con lei ho vinto tanto non solo in Italia ma anche all’estero, ricordo con tantissima emozione due anni meravigliosi al Crufts dove Emma fu 3 e 6 nell’importante classe Open, unica femmina non campionessa inglese classificata. grazie ancora a Silvio per aver creduto in me !

emmagroup8

EUR CH, IT CH INT CH, INT SH CH, HR CH, SLO CH

Il presente

Come avrete capito, la mia è una storia di piccoli passi e di grande passione.

E’ con questo spirito che ho deciso di fare la mia prima cucciolata.

Per me il Labrador è prima di tutto un compagno di vita, e con questa passione cerco di dare il mio contributo alla razza, selezionando i cani per bellezza e per carattere / attitudine, con la speranza che tutti i possessori di un “mio” Labrador possano provare quello che io ho provato.

Il Lavoro

Sono profondamente convinta che Il labrador non debba essere solo bello, deve anche avere carateristiche caratteriali tipiche. D’altra parte non mi soddisfano cani con grande attitudine ma con una scarsa aderenza allo standard.

Nel settore del lavoro sono ancora agli inizi, ma ritengo che il Labrador “perfetto” vada ricercato in un giusto mix di morfologia e carattere, bellezza e attitudine.

Forse tutto ciò non produrrà  un super campione di bellezza o di lavoro, ma questo è il “mio” ideale di Labrador.

Il nome “Anuedis”

E’ il nome antico del paese di Faugnacco di Martignacco (UD), il comune in cui ho vissuto per 6 anni e dove sono nate le mie prime cucciolate. Ho scelto questo nome perchè mi piaceva l’idea di rendere omaggio alla mia terra e alle mie origini friulane. Ho pensato di unire alla terra i miei Labrador perchè sono stati loro a spingermi a cambiare casa, a cercare un posto tranquillo, in campagna, con tanto giardino e tanti campi per le passeggiate e l’addestramento.

Ringraziamenti

Frequentando il mondo dei Labrador ho conosciuto tante persone che mi hanno dato (e continuano a dare) tanti consigli, suggerimenti, e con cui sopratutto condivido la stessa passione.

Sarebbe lungo nominarli tutti e non vorrei offendere nessuno, ma a qualcuno va un pensiero particolare.

A Massimo e Silvio per avermi dato l’opportunità di avere i loro splendidi cani, a Elena Riccobon mia Sorella di Anima e di Passione, Edis e Vanna Fraccaro per le bellissime giornate insieme agli show, alle persone dei Club di razza per il lavoro che svolgono e per lo stimolo che ci hanno sempre dato, a Marzia e Roberto Biagini splendidi amici e grandi allevatori e “last but not least” agli amici Riki e Amanda, Elena, Marco e Claudia,  e a tutta l’Oasi Retriever  di Trieste!!!

Federica

Anuedis Labradors